Usa il icona sulle pagine da aggiugere ai preferiti

Stai preparando un viaggio per il Giappone?

Condividi con noi le tue foto di viaggio con l'hashtag #visitjapanjp

La mia preferenza

sg068 sg068

GUIDA All'avventura in Giappone

Il Giappone è pieno di meraviglie da scoprire, sia per i visitatori frequenti in cerca di novità sia per chi vuole discostarsi dai percorsi turistici più battuti

Il circuito turistico tradizionale dei viaggiatori occidentali parte da Tokyo, con un tour delle bellezze della capitale, e prosegue a bordo del treno "proiettile" verso sud, per raggiungere l'antica città di Kyoto e poi terminare con Osaka e, spesso, Hiroshima. La Golden Route giapponese è ormai ben consolidata e, senza dubbio, offre ai nuovi visitatori un'ottima panoramica di tutta la nazione, della sua cultura, della sua storia, della sua gastronomia e del suo popolo. Tuttavia, vedendo gran parte del Giappone solo dai finestrini del treno "proiettile", quei visitatori non sanno cosa si perdono. Per i viaggiatori più avventurosi, allontanarsi dai percorsi più gettonati può essere un'esperienza davvero gratificante. Potrebbero volerci un po' di spavalderia e la voglia di lasciarsi sorprendere da situazioni o luoghi tralasciati dalle guide turistiche, ma il popolo giapponese che incontrerai lungo il cammino sarà straordinariamente gentile e ospitale, per un'esperienza ancora più memorabile.

Non serve andare lontano per scoprire l'incredibile

Lontano dalla famosa Golden Route

Un'alternativa ambiziosa al famoso cammino calcato per decenni dai visitatori è la New Golden Route, che collega comunque Tokyo a Kyoto, ma che prevede un percorso più complesso. Lasciando la capitale da nord in treno, puoi fare tappa al Museo Bonsai di Omiya, nella prefettura di Saitama, e immergerti nelle acque terapeutiche di Ikaho Onsen nella prefettura di Gunma, per poi ammirare le scimmie delle nevi di Nagano che si rilassano a Shibu Onsen .

Seguendo percorsi fuori mano, potrai vedere la Gola di Kurobe e la città splendidamente conservata di Takayama , nella prefettura di Gifu, prima di procedere verso la storica Kanazawa , dove il cuore dell'antica città è rimasto così com'era 100 anni fa e dove si trova il Giardino di Kenrokuen, uno dei tre giardini paesaggistici principali del Paese.

Proseguendo oltre Kanazawa, c'è il resto della prefettura di Fukui, spesso trascurata ma patria del maestoso Castello di Maruoka e del Santuario Heisenji. Proseguendo, la rotta giunge a destinazione: Kyoto.

Scopri la strabiliante catena montuosa di Iwate

Diamanti del nord

In una direzione completamente diversa, seguendo la Diamond Route, potrai esplorare le tre prefetture di Fukushima, Tochigi e Ibaraki, a nord di Tokyo. Lungo un cammino immerso in foreste incontaminate, visita onsen, castelli e festival. Avventurati nella spettacolare città montana di Nikko e visita templi e santuari, ognuno con una storia da raccontare.

Alcuni degli editori turistici più stimati del mondo hanno consigliato il Giappone meno turistico come destinazione del 2019. Conde Nast Traveler, per esempio, propone le isole del Mare interno di Seto, che ospiteranno il Festival di arte internazionale di Setouchi e nuovi siti Patrimonio mondiale dell'UNESCO legati al passato cristiano nascosto di Nagasaki.

Allo stesso modo, Lonely Planet, la bibbia dei viaggiatori più parsimoniosi, suggerisce di fare tappa nella prefettura di Oita, che si trova a Kyushu, la più grande isola nipponica all'estremo sud del Paese. Cita inoltre le splendide montagne e la costa straordinaria di Iwate , nel nord-est di Honshu.

Queste raccomandazioni dimostrano che per ogni luogo noto del Giappone ce n'è un altro molto meno conosciuto probabilmente altrettanto meraviglioso e certamente meno visitato.

Okinawa, un'isola tropicale per vacanze da sogno

Alternative alle mete predilette

Invece di farsi spintonare per la vista migliore sul Monte Fuji, per esempio, perché non godersi la vetta vulcanica da 1.729 metri del Monte Daisen ? Dopotutto, anche lui è simmetrico e ricoperto di neve nei mesi invernali. Il vulcano, che si trova nella prefettura di Tottori, nel profondo sud-ovest di Honshu, è noto anche come Izumo Fuji, in onore del suo celebre cugino.

Analogamente, Kanazawa ha tutto il fascino e il sapore di Kyoto, ma senza la folla. Il suo patrimonio architettonico è stato preservato, incluso il castello della città e il Santuario Oyama-jinja, mentre nelle strade del distretto delle geisha riecheggia ancora il tacchettio di fanciulle vestite di tutto punto.

Nei mesi estivi, le spiagge della prefettura di Okinawa pullulano di vacanzieri, ma le acque delle baie della prefettura di Wakayama sono altrettanto cristalline e facilmente accessibili dalla maggior parte del Giappone centrale. Chiunque cerchi un'alternativa alle luci sfavillanti di Tokyo o Osaka può trovarla nella cosmopolita e vibrante città di Fukuoka , famosa per i suoi stand gastronomici detti yatai.

Anche se gli amanti dello sci negheranno che esista una neve più fine di quella di Hakuba o Niseko in Giappone, chi ha già provato gli oltre 45 chilometri di manto bianco dei tracciati di Appi Kogen potrebbe non essere d'accordo. Invece di condividere le maestose strutture di paglia gassho-zukuri di Shirakawa-go con altri visitatori, scova alloggi simili ed edifici rurali nella vicina Gokayama.

Avvistare gli iceberg nel Mare di Okhotsk è un'esperienza unica

Straordinariamente giapponese

Non ci vuole molto per scoprire un posto, un passatempo o un'occasione dal gusto unicamente giapponese.

Nella prefettura di Mie, ad esempio, puoi visitare il museo sull'isola in cui sono state coltivate le perle per la prima volta al mondo. Guarda le ama, le leggendarie pescatrici subacquee che si tuffano sotto la superficie dell'acqua per riemergere con molluschi e polpi. Al largo della punta nord di Hokkaido, ti chiederanno anche di sfidare le temperature sotto zero di una giornata d'inverno per indossare una muta stagna e nuotare tra i piccoli iceberg che spuntano nel Mare di Okhotsk. Attenzione, però: banchise delle dimensioni di una piccola auto, all'apparenza perfettamente stabili, possono sprofondare pericolosamente sotto il peso di un corpo umano. In alternativa, puoi sempre ammirare il ghiaccio galleggiante dal tepore di una nave da crociera.

I tour industriali di Kawasaki sono un'altra opzione molto poco conosciuta

In netto contrasto, alcune città fortemente legate al patrimonio industriale del Giappone hanno inaugurato visite turistiche agli stabilimenti e alle fabbriche fondamentali per l'economia nazionale. Kawasaki, che si trova tra Tokyo e Yokohama, è stata la pioniera di questi tour, ancora più straordinari e sorprendenti se fatti da una piccola barca di notte. Esperienze simili sono realizzabili anche a Yokkaichi, nella prefettura di Mie, vicino al centro produttivo di Nagoya.

Un'altra imbarcazione ti permette di avvicinarti ai vortici di Naruto , che girano ininterrottamente nello stretto, largo 1,3 chilometri, che separa Shikoku dall'isola Awaji . Al largo della costa del Mare del Giappone, la natura si afferma imponente: come se si trattasse di un errore geografico, svettano dune da esplorare a piedi o sul dorso di un cammello. Se hai coraggio da vendere, puoi anche provare a scivolare giù per le ripide dune.

La sabbia è anche l'ingrediente segreto di Ibusuki Onsen , nella prefettura di Kagoshima, dove puoi goderti un'alternativa al passatempo giapponese di rilassarsi in piscine d'acqua calda immergendoti fino al collo in sabbia riscaldata naturalmente.

Gli appassionati di animali, invece, non possono perdersi una toccata e fuga a Okunoshima, meglio conosciuta come l'"Isola dei conigli" . A meno di un chilometro di distanza, quest'isola del Mare interno, al largo di Hiroshima, è popolata da molti conigli selvatici, amichevoli e ospitali con gli umani. Non da meno, sulle montagne della prefettura di Miyagi è stato aperto un centro per volpi.

Gli amanti degli animali si sentiranno a casa sia sull'Isola dei conigli che nel centro delle volpi di Miyagi

L'imbarazzo della scelta

Muoversi in Giappone, ordinare nei ristoranti e prenotare alloggi sta diventando sempre più facile per i turisti stranieri, anche se potrebbe comunque presentare delle difficoltà per alcuni. Fortunatamente, la maggior parte dei principali operatori turistici organizza tour all-inclusive anche per le mete meno in voga, mentre innumerevoli aziende più piccole offrono ora itinerari specializzati per i visitatori con interessi specifici.

Le escursioni in bicicletta sono una delle aree che mostrano una crescita più significativa, insieme ad altre attività all'aperto, come lo sci e l'escursionismo. Nel 2004, le antiche vie di pellegrinaggio del Kumano Kodo , sulla Penisola Kii, sono state riconosciute Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO. Sulla via Nakasendo è inoltre possibile esplorare a piedi le storiche città postali. Anche i soggiorni nei templi vanno per la maggiore, ma esistono tante altre attività particolari, dal bird-watching alle immersioni subacquee, passando per i tour gastronomici e le visite alla scoperta di antiche arti tradizionali, come la lavorazione della ceramica, la tintura, la falegnameria e la lavorazione dei metalli.

Spostarsi in zona

Un importante vantaggio per i viaggiatori indipendenti del Giappone è la rete completa ed estremamente affidabile di servizi di trasporto pubblico. Dopotutto, il Giappone è la nazione che ha dato al mondo il treno "proiettile". La rete di treni ad alta velocità, che attraversa la nazione in lungo e in largo, include servizi di treni e autobus che raggiungono anche le zone più remote del Paese. Molti di questi treni più piccoli partono solo due volte all'ora o hanno un'unica carrozza, ma anche questo contribuisce a rendere speciale l'esperienza.

Per maggiore comodità, diversi operatori di trasporto propongono pass regionali, come l'Hokuriku Arch Pass, che dà diritto a sette giorni consecutivi di viaggi illimitati sulle tratte di treni "proiettile", linee ferroviarie locali e persino linee ferroviarie private. Un pass costerà molto meno rispetto ai singoli biglietti di viaggio.

Avventura on the road

L'altra opzione per i viaggiatori indipendenti è noleggiare un'auto per tutta la permanenza in Giappone. Come il resto delle reti di trasporto della nazione, le strade giapponesi sono ben tenute ed efficienti. I conducenti sono educati e rispettosi degli altri utenti della strada.

Le compagnie di noleggio hanno una sede fuori da ogni grande stazione del Paese, anche se di solito si richiede ai viaggiatori la prenotazione del servizio tramite sito web. Molte compagnie offrono anche servizi multilingui e i sistemi di navigazione stradale a bordo delle auto possono essere configurati in altre lingue.

Basterà girare la chiave del motore per sentire il richiamo di straordinarie avventure on the road.

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages