Usa il icona sulle pagine da aggiugere ai preferiti

Stai preparando un viaggio per il Giappone?

Condividi con noi le tue foto di viaggio con l'hashtag #visitjapanjp

La mia preferenza

Kuro-shima Island Kuro-shima Island

Okinawa Okinawa Spiagge incontaminate, barriere coralline colorate e giungla subtropicale

Scopri una cultura isolana diversa, fatta di sole subtropicale, sabbia bianca e giungle di mangrovie, senza dimenticare la dinastia dei re Ryukyu

La prefettura più a sud del Giappone, Okinawa, è formata da una serie di isole ognuna con una sua storia di regno indipendente, con un clima decisamente subtropicale e considerate essere la culla del karate. Scopri le rovine e i castelli restaurati dei re Ryukyu, visita le magnifiche spiagge e i litorali caratterizzati da una straordinaria varietà di coralli e vita sottomarina. Vieni a scoprire l'osservazione delle balene e le gare di barche drago, i rari esemplari di flora e fauna, nonché la vita sull'isola che ti farà dimenticare l'orologio spingendoti a seguire il ciclo del sole.

Come arrivare

Dal Giappone continentale, la maggior parte dei voli diretti all'aeroporto Naha di Okinawa partono da Tokyo o da Osaka. Dagli scali di Cina, Corea del Sud, Singapore, Taiwan o Hong Kong, ci sono voli internazionali diretti per Okinawa.

Sono disponibili voli frequenti che collegano giornalmente Tokyo allo scalo di Naha sull'isola principale di Okinawa, oltre a voli diretti per l'isola di Ishigaki. L'isola Miyako è collegata con voli diretti stagionali. Dallo scalo di Naha, è possibile prendere voli per le isole periferiche di Miyako, Ishigaki, Yonaguni e Kume. Per spostarsi a Okinawa, il modo migliore è noleggiare un'auto o, in alcune zone, una bicicletta o uno scooter. Se preferisci spostarti con i mezzi pubblici, c'è una monorotaia che collega l'aeroporto di Naha, Naha e l'antica capitale di Shuri. L'isola principale è inoltre servita da una rete di autobus e traghetti che collegano le isole vicine.

Mostra più dettagli

Da non perdere

  • Siti patrimonio dell'umanità UNESCO sull'isola principale, come il castello di Shuri e le rovine di Tamagusuku
  • Gli squali balena e l'affascinante e straordinaria varietà di pesci dell'Acquario Churaumi di Okinawa
  • Rilassarsi sulle spiagge di sabbia bianca e nuotare nelle acque cristalline dell'oceano
  • Praticare il kayak in mezzo alla giungla di mangrovie nella sperduta isola di Iriomote

Link di riferimento

Specialità locali

  • Awamori

    Liquore tipico di Okinawa prodotto con riso Indica a chicchi lunghi e invecchiato in vasi di argilla per attenuarne l'intensità. Di solito l'awamori viene servito con acqua e ghiaccio, ma può anche essere gustato liscio.

    food-craft
  • Tessuti di Yonaguni

    Le Isole di Yaeyama, a sud di Okinawa, sono famose per le loro bellezze naturali, quindi non sorprende che la locale produzione di Yonaguni orimono, un tessuto tinto e intrecciato, utilizzi solo piante autoctone. Il tessuto che ne risulta è resistente e leggero, ideale per il clima tropicale. Scacchi, quadri e fiori sono solo alcuni dei discreti motivi che li decorano.

    food-craft
  • Zucchero grezzo di Okinawa

    Una varietà di zucchero di canna ricco di minerali ottenuto dalle piantagioni di Okinawa, dalla dolcezza morbida e da un intenso sapore di melassa. Durante l'ora del tè, queste zollette di zucchero grezzo vengono utilizzate come dolce accompagnamento.

    food-craft
  • Shiquasa

    Lo shiquasa è la risposta di Okinawa al lime. Ricco di vitamina C e dal gusto fresco e acidulo, questo agrume viene spremuto sul pesce grigliato, aggiunto a frullati e persino mescolato a cocktail locali di awamori.

    food-craft
  • Goya chanpuru

    La zucca amara, goya in giapponese, è davvero fantastica. Quando è cruda la goya ha un sapore travolgente, ma quando è mescolata con uovo, tofu e carne di prosciutto di maiale in scatola in un piatto chiamato goya chanpuru, si eleva da semplice frittura a delizia culinaria.

    food-craft
  • Soba di Soki

    Le soki sono delle costolette di maiale ribollite nell'awamori, un shochu robusto, salsa di soia e zucchero. Si immergono in una zuppa di noodle con cipollotti e zenzero sottaceto. È il ramen dei tropici.

    food-craft
  • Il vetro di Ryukyu

    I colori accesi del vetro di Ryukyu sono nati attorno al XIX secolo. Inizialmente, i vetrai di Okinawa utilizzavano cocci di vetro provenienti da navi straniere e da bottiglie di sakè e di salsa di soia per dare vita a questi particolari modelli. Il vetro di Ryukyu si rifà ai colori della natura: il blu e il verde degli oceani e il giallo e l'arancione dell'alba. Rispecchia inoltre i valori di Okinawa: non sprecare, adattati e valorizza le imperfezioni.

    food-craft
  • Sanshin

    Il sanshin è uno strumento a tre corde dal collo lungo che ricorda un banjo ed era anticamente ricoperto di pelle di serpente. Gli strumenti più recenti, invece, presentano un panno di nylon. Il sanshin ha un suono particolare che crea un'atmosfera da isola paradisiaca.

    food-craft

Attrazioni stagionali

  • Primavera

    La primavera arriva presto a Okinawa. I ciliegi fioriscono a fine gennaio e all'inizio di febbraio, mentre ad aprile e maggio sbocciano azalee, iris, gigli e ortensie. L'inizio della primavera è anche il momento migliore per osservare le balene al largo della costa dell'isola di Zamami.

    Iriomote Island
  • Estate

    L'estate subtropicale di Okinawa dura da giugno a ottobre, periodo ideale per fare trekking alla scoperta di cascate, spiagge, barriere coralline e foreste di mangrovie sull'isola. È possibile praticare snorkeling, immersioni, kayak e altri sport.

    Tokashiki-jima Island
  • Autunno

    L'arrivo dei tifoni autunnali spazza via un po' di umidità: questo periodo è l'ideale per recarsi sulle isole in quanto le temperature permettono ancora di godersi le spiagge e il mare. La festa del tiro alla fune gigante di Naha e le celebrazioni che si svolgono al castello di Shuri sono gli eventi autunnali da non perdere.

    Zamami-jima Island
  • L'inverno

    L'inverno a Okinawa è mite e la temperatura si aggira sui 15 °C. A dicembre, i sub possono ancora immergersi nelle acque dell'oceano, mentre a gennaio inizia la stagione di osservazione delle balene. Parti per una passeggiata panoramica sul Capo Manza, oppure partecipa ai festival delle luci durante il periodo natalizio.

    KOKUSAI DORI

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages