Usa il icona sulle pagine da aggiugere ai preferiti

Stai preparando un viaggio per il Giappone?

Condividi con noi le tue foto di viaggio con l'hashtag #visitjapanjp

La mia preferenza

fuji five lakes fuji five lakes

GUIDA Il Monte Fuji: più di una semplice montagna

Sito spirituale, icona culturale e meraviglia geografica

Con i suoi 3.776 metri, il Monte Fuji è la vetta più alta del Giappone, originata da un'attività vulcanica iniziata circa 100.000 anni fa. Oggi, il Monte Fuji e l'area circostante sono una popolare destinazione ricreativa per escursioni, campeggio e relax.

Per intravedere questa maestosa montagna, uno dei simboli più iconici del Paese, viaggiatori provenienti da tutto il mondo affollano le prefetture di Shizuoka e di Yamanashi . Per i giapponesi il Monte Fuji è stato a lungo un sito di grande importanza spirituale e fonte di ispirazione artistica.

Un oggetto di culto

Nel corso dei secoli, i giapponesi hanno forgiato un legame spirituale con la montagna. Una leggenda narra che l'asceta religioso Hasegawa Kokugyo (1541-1646) abbia scalato la montagna più di 100 volte. Le sue imprese hanno condotto alla formazione del Fuji-ko, un gruppo di adoratori del Monte Fuji. La setta, per mostrare la sua dedizione, ha costruito santuari, creato monumenti rupestri e digiunato. Il fanatismo mostrato dalla setta condusse lo shogunato di Tokugawa a vietare la religione, ma nonostante ciò, la lunga tradizione di questo culto giapponese ha fatto sì che la montagna rimanesse venerata e consacrata come luogo di grande importanza spirituale.

Uno dei numerosi santuari di Sengen votati al Monte Fuji e situati alle sue pendici

Un luogo di pellegrinaggio

Più di 300.000 persone scalano il Monte Fuji ogni estate. Quattro sentieri principali offrono diversi approcci alla vetta e dispongono di aree di riposo, o "stazioni", che offrono servizi e alloggio lungo il percorso. La maggior parte degli escursionisti fa in modo che il viaggio coincida con l'alba, effettuando il cammino nelle prime ore del mattino per ammirare il sorgere del sole dalla vetta. In epoca premoderna, il Monte Fuji era meta di formazione per i monaci ed è noto che anche le classi meno abbienti vi effettuassero pellegrinaggi. I numerosi santuari alla base della montagna sono una testimonianza del significato spirituale e storico del Monte Fuji.

I pellegrinaggi dei nostri giorni somigliano a questo

Un'icona culturale

Le immagini più iconiche del Monte Fuji risalgono al periodo Edo (1603-1867). La serie di opere xilografiche dell'artista Ando Hiroshige sul Monte Fuji ritrae la montagna da diversi punti di vista e angolazioni, offrendo alle persone di tutto il mondo uno sguardo sulla regione e sui suoi stili di vita. Allo stesso modo, è nota l'influenza delle opere xilografiche del maestro Katsushika Hokusai sull'artista Vincent Van Gogh e sul compositore Claude Debussy. Le pittoresche vedute del Monte Fuji, diffuse nel periodo Edo, hanno contribuito a consolidare l'eredità della montagna come attrazione globale.

Il Monte Fuji ritratto nelle stampe xilografiche e riprodotto anche sulle banconote da 5.000 yen

Una meraviglia geografica

Formatosi circa 100.000 anni fa, le ripetute eruzioni vulcaniche hanno gradualmente trasformato il Monte Fuji nella più imponente montagna del Giappone, alta 3.776 metri. L'ultima eruzione, avvenuta nel 1707, durò 16 giorni e la cenere vulcanica arrivò fino alla città di Tokyo. L'attività vulcanica ha inoltre originato l'Hoeizan (una delle cime secondarie del Fuji), i cinque laghi alla base della montagna e numerose grotte vicino alla foresta di Aokigahara. L'area è inoltre costellata di sorgenti termali ricche di minerali che rendono la regione un paradiso sia per le attività ricreative all'aperto che per il relax.

Il lago Shoji, uno dei Cinque laghi del Fuji

La foresta di Aokigahara

Scenari interni della Grotta di ghiaccio



* Le informazioni presenti in questa pagina possono essere soggette a modifiche a causa dell’emergenza COVID-19.

Parole chiave

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages