Usa il icona sulle pagine da aggiugere ai preferiti

Stai preparando un viaggio per il Giappone?

Condividi con noi le tue foto di viaggio con l'hashtag #visitjapanjp

La mia preferenza

sg058 sg058

GUIDA Partecipa ai Festival giapponesi locali

I matsuri, uno degli aspetti più importanti della cultura giapponese

Cos'è un matsuri?

I matsuri sono festival giapponesi che offrono alla comunità del posto un ottimo motivo per ritrovarsi e festeggiare. Quasi tutti i matsuri sono legati in qualche modo al buddismo, allo shintoismo, alle quattro stagioni o a importanti eventi storici, anche se alcuni si incentrano interamente su straordinari spettacoli di fuochi d'artificio. A volte, i matsuri includono solenni cortei religiosi in cui si accompagna una divinità shintoista da un santuario a un altro. In altre occasioni, invece, prevedono ritrovi laici informali legati alle stagioni. Ad esempio, quando la primavera trasforma il paesaggio in un soffice mosaico di fiori di pesco, le persone affollano i parchi per riunirsi sotto le chiome rosa degli alberi e godersi il clima festivo. Alcuni matsuri vengono celebrati in tutta la nazione, ma la maggior parte è il retaggio delle numerose microculture nipponiche, da cui risulta una grande varietà di festival locali inusuali che si svolgono ancora oggi.

Partecipare a un matsuri è un modo divertente di scoprire la cultura locale

Elementi tipici di un matsuri

Mikoshi

In molti matsuri è presente il mikoshi, un palanchino sacro. È di fatto un santuario in miniatura e mobile. I fedeli prelevano la divinità dal luogo sacro di origine e la portano in corteo per tutto il quartiere. In alcuni festival, la processione è costante e scorrevole. In altri, invece, il mikoshi dondola in avanti e indietro per divertire la divinità.

Carri allegorici dashi

I dashi sono carri allegorici che rappresentano gli spiriti e le divinità locali nella parata. A differenza dei mikoshi, che vengono trasportati, i dashi vengono spinti e sono decorati in modo piuttosto stravagante. Possono essere piccoli, spinti solamente da quattro o cinque persone, o grandi come edifici.

Musica

La musica matsuri è un tripudio di suoni tradizionali, riprodotti da ammalianti flauti a canna chiamati hichiriki, grintosi liuti shamisen e martellanti tamburi taiko. A unirsi agli strumenti, ci sono i kakegoe, lamenti e urla coinvolgenti lanciati sia dai figuranti che dagli spettatori.

Abbigliamento

I partecipanti al matsuri adottano diversi stili di abbigliamento, sfoggiando le hachimaki (fasce per capelli alla moda), gli happi (cappotti che sfoggiano i simboli della comunità) e i tabi (speciali calzini infradito in tessuto che servono per indossare i geta, sandali in legno tradizionali). Anche lo yukata, il kimono estivo, va per la maggiore e viene scelto da molti spettatori.

Stand gastronomici

Gli stand gastronomici yatai vendono sia i piatti tipici dei matsuri che prelibatezze originali. Fra i piatti più gettonati, ci sono gli yakitori, spiedini di carne grigliati, i takoyaki, piccole polpette di polpo e pastella, e le hashimaki, deliziose crêpe arrotolate attorno a un paio di bacchette, che le rendono facili da gustare. Molte persone portano del cibo a casa come omaggio per chi non ha potuto partecipare al festival.

Entrare nella parte

Come partecipare?

Tradizionalmente, i matsuri sono festival organizzati dalla comunità in onore delle divinità locali o di eventi storici. Dato che molti matsuri sono celebrati per motivi legati solamente alla regione specifica in cui si tengono, non sempre è consentita la partecipazione dei turisti. Tuttavia, anche se non potrai unirti a una di queste processioni religiose pianificate minuziosamente, ci saranno senz'altro altre attività a cui partecipare. Alcuni matsuri sono aperti al grande pubblico, inclusi i visitatori provenienti dall'estero.

Durante alcuni festival, gli spettatori potrebbero anche avere la possibilità di portare il mikoshi. L'obon, un festival buddista estivo molto importante, si celebra in tutto il Giappone e la bon odori, la danza che si fa in quest'occasione, è aperta a tutti. I balli di base sono facili da apprendere e le persone del posto saranno entusiaste di insegnarti i passi. Se danzare o stare sotto i riflettori non fa al caso tuo, puoi sempre scegliere di partecipare senza dare nell'occhio: camuffati indossando uno yukata, assaggia i piatti gustosi del festival e lasciati avvolgere dall'atmosfera restando in disparte.

Il matsuri è un'esperienza divertente per tutta la famiglia

Come partecipare: i matsuri aperti al pubblico

In tutto il Giappone, ci sono matsuri a cui è possibile partecipare attivamente. L'Awa Odori di Tokushima è uno dei festival danzanti più grandi del Giappone, con 1,4 milioni di spettatori e in determinate aree chiunque può unirsi alle danze. A Okinawa, il Festival Naha Ohtsunahiki, che ha alle spalle una tradizione di 550 anni, consiste in un gigantesco tiro alla fune a cui partecipano 15.000 persone. Scegli da che parte stare e tira più forte che puoi. Se adori il sakè, a Kitsuki, nella prefettura di Oita, a ottobre si tiene il festival annuale del Doburoku. Il Doburoku è un tipo di sakè alcolico non filtrato. Porgi i tuoi omaggi al santuario, concediti tutte le scodelle di sakè che hai sempre desiderato e poi lanciati nel concorso per la barba e i capelli più belli con una sicurezza tutta nuova.

Il fascino di alcuni matsuri sta nella loro peculiarità. Nella città di Higashi-Osaka, il Festival Owarai riunisce circa 3.000 persone che ridono ininterrottamente per 20 minuti per assicurare felicità a tutta la comunità. Sarà anche più facile partecipare, dato che si ride allo stesso modo in tutte le lingue del mondo. In alternativa, puoi scegliere il Muon Bon Odori della città di Tokai, nella prefettura di Aichi, un festival danzante dove regna il silenzio. In risposta alle lamentele per il troppo rumore, la musica del festival viene trasmessa negli auricolari dei danzatori, creando un bizzarro spettacolo silente per chi guarda dall'esterno. Per unirti all'evento, basta indossare gli auricolari e iniziare a ballare.

Sono molti gli sforzi compiuti per proteggere il rarissimo marimo

I matsuri non sempre sono tutto divertimento e giochi; a volte sono dedicati a questioni più serie. Il Marimo Matsuri si svolge a Kushiro, una città della prefettura di Hokkaido, ed è incentrato su attività di conservazione e protezione del marimo, un'alga di forma sferica molto rara che cresce nelle acque del lago Akan. Gli Ainu, la popolazione indigena giapponese, eseguono diversi rituali. Dalla riva del lago, osserva lo spettacolo degli Ainu che entrano in fila in acqua con le vesti tradizionali oppure unisciti alle persone che riempiono le strade per assistere alla processione con le torce.

Cosa fare e non fare a un matsuri

Per preservare l'integrità del matsuri, rispetta la cultura e le tradizioni giapponesi. Ecco alcune regole da tenere a mente.

Non saltare le file e non lasciare rifiuti in giro. Aspettare non piace a nessuno e la spazzatura è sicuramente un impiccio, ma ti invitiamo comunque a rispettare gli usi locali. Non aspettarti che la comunità ti venga incontro. Sei un turista che partecipa a un evento culturale giapponese. Non tutto si svolgerà come nel tuo Paese di provenienza. Tieni la mente aperta. Non interrompere eventi coreografati. Tieni conto di ciò che ti circonda. Metti da parte la timidezza. Non farti problemi a porre domande se qualcosa non ti è chiaro.

Interagisci con le persone del posto e partecipa ogni volta che puoi indossando i loro abiti e imparando i passi delle loro danze. Prova nuovi cibi gustosi. Divertiti e fai amicizia.

Potrebbe piacerti anche...

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages