Usa il icona sulle pagine da aggiugere ai preferiti

Stai preparando un viaggio per il Giappone?

Condividi con noi le tue foto di viaggio con l'hashtag #visitjapanjp

La mia preferenza

Itinerari in Giappone attraverso i film

Il Giappone, con i suoi templi e i suoi panorami mozzafiato, è stato oggetto di numerosi capolavori cinematografici. Ecco alcuni itinerari per seguire le orme dei protagonisti dei vostri film preferiti.

Lost in Traslation

Park Hyatt Hotel, Tokyo

Park Hyatt Hotel, Tokyo

Lost in Traslation ha vinto tre Golden Globe e un premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale. Diretto da Sofia Coppola con Bill Murray e Scarlett Johansson, è senz’altro uno dei film occidentali più famosi ambientati in Giappone.

Lost in Traslation è stato girato quasi interamente nelle strade di Tokyo. Vediamo quali sono i luoghi cult del che potrete visitare durante il vostro soggiorno nella capitale nipponica.

Hotel Park Hyatt

Moltissime scene sono girate in questo elegante hotel. È il luogo in cui Bob e Charlotte si incontrano per la prima volta, mentre cenano al New York Grill & Bar, il bar/ristorante con vista panoramica al 52esimo piano dello Shinjuku Park Tower. L’hotel si trova nel cuore di Shinjuku, il vivace quartiere finanziario e dei divertimenti della città.

Tempio Joganji

La prima volta che vediamo Charlotte sullo schermo si trova nel cimitero adiacente al tempio Joganji. Un luogo particolarmente pacifico, che vi permetterà di allontanarvi per un po’ dal caos cittadino. Per raggiungerlo occorre prendere la linea Marunochi della Tokyo Metro e scendere a Nakano-Sakaue, in 5 minuti a piedi si arriva al tempio (2-26 Honcho, Nakano-ku).

Kabukicho

Quando Bob arriva a Tokyo guarda dal taxi proprio Kabukicho, un quartiere a luci rosse caratterizzato dalla presenza di numerosi neon. Si trova a soli cinque minuti di macchina dal Pak Hyatt Tokyo.

Karaoke a Udagawacho

La stanza del karoke dove vediamo Charlotte e Bob esibirsi esiste davvero. Si trova nei pressi di Center Gai, una delle strade dello shopping più famose della città. Se volete vederla potete vistare il Karaoke Kan di Shibuya (30-1 Udagawacho, Shibuya-ku) e chiedere delle stanze 601 e 602.

Mangiare lo shabu-shabu

In una scena del fil Charlotte e Bob scoprono cos’è lo shabu shabu, si trovano allo Shabuzen, un ristorante all’interno del Creston Hotel. Per raggiungerlo vi basterà seguire Inokashira Dori fino al quartier generale della NHK, dopo la vostra sessione di karaoke.

Cena a base di sushi

Bob e Charlotte mangiano sushi al Sushiya no Ichikan, nel quartiere Daikanyama di Shibuya. Il ristorante è ormai chiuso, ma fino a poco tempo fa si poteva trovare anche lo stesso chef che appare nel film.

APC Harajuku Underground

La scena tragicomica dello strip club è stata girata in quello che è, nella realtà, un negozio di vestiti nel quartiere Harajuku. Si tratta dell’unica eccezione, infatti tutte le altre location compaiono per quello che sono.

 

The Ramen Girl

museo di Shin-Yokohama Raumen

Il museo Shin-Yokohama Raumen

The Ramen Girl è un film del 2008 diretto da Robert Allan Ackerman. Abby è una giovane studentessa americana che si ritrova sola e demotivata a Tokyo. Si rifugia in un bistrot dove decide di imparare a preparare il ramen, sotto la guida del burbero chef giapponese Maezumi. La maggior parte del film è stata girata in studio, ma ci sono alcune brevi scene ambientate a Shibuya e nella città di Yokohama.

Il bistrot di ramen gestito dallo chef Maezumi non è esattamente come appare nel film. Si trova a 25-7 Maruyama-cho a Shibuya, a circa 10 minuti a piedi dalla stazione JR di Shibuya. L'appartamento di Abby è proprio lì vicino, al 28-8 Maruyama-cho. Si vede per la prima volta quando il ragazzo la lascia in strada con indosso solo un asciugamano.

Altra scena girata in esterna è quella al Museo del Ramen di Yokohama, raggiungibile con un breve viaggio in treno da Tokyo. Il nome completo del museo è Shin Yokohama Raumen Museum. Sempre a Yokohama, la scena del bacio al porto con il bellissimo skyline sullo sfondo. Sono chiaramente visibili anche la grande ruota panoramica di Cosmo World e l'iconico edificio a forma di vela.

 

Your Name

Roppongi

Roppongi

Your Name è un film d'animazione giapponese del 2016 scritto e diretto da Makoto Shinkai. Ambientato a Tokyo e nelle prefetture di Gifu e Nagano. A Tokyo è possibile vedere alcune delle location riprodotte in maniera magistrale nell’anime.

Iniziamo da Roppongi dove Taki va all’appuntamento con la sua senpai, Okudera Mitsuha. La caffetteria si chiama Salon de Thé Rond, situata al secondo piano del National Art Centre. Lo spazio attorno al museo dove Taki e Okudera-senpai passeggiano e si fermano viene riprodotto quasi fedelmente nell’anime.

Roppongi Hills è un enorme complesso di strutture commerciali come negozi, cinema e ristoranti. Taki e Okudera-senpai vanno al Tokyo City View, da cui si può ammirare il panorama e la Tokyo Tower.

Prendendo la linea Toei Ōedo dalla stazione di Roppongi si arriva alla stazione di Yotsuya, dove Taki e Okudera-senpai si incontrano per il loro appuntamento e parlano del loro viaggio a Itomori-chō.

A questo punto ci si può dirigere a piedi verso il santuario di Suga, lungo la strada ci sono alcuni dei luoghi in cui Taki e Mitsuha stanno cercando di ritrovarsi. Le scale del Santuario Suga sono iconiche per Your Name, tanto da essere usate anche tra le immagini promozionali del film.

Dal santuario, in circa 20 minuti a piedi, si può arrivare alla Meiji Memorial Picture Gallery, in cui si svolge una delle scene in cui Mitsuha e Taki si scambiano i corpi e Mitsuha è entusiasta di vedere Tokyo.

A questo punto si può andare alla stazione di Shinanomachi. Il ponte pedonale che si estende sulla strada di fronte alla stazione compare due volte nel film, alla fine di entrambe le volte in cui Taki incontra Okudera-senpai. Vicino al ponte pedonale, c'è il famoso edificio NTT Docomo Yoyogi, che compare anche in Your Name.

Prendendo la linea JR Chūō potete arrivare alla stazione di Shinjuku e a Yunika Vision. È un gigantesco cartellone pubblicitario dinamico, da cui i pendolari del film guardano la caduta della cometa Tiamat. Da qui si può raggiungere in pochi minuti a piedi il ponte pedonale Shintoshin vicino all’università Takarazuka, dove è ambientata la scena in cui Taki e Mitsuha si incrociano nella neve.

A piedi in 25 minuti o con la metropolitana (linea Marunouchi dalla stazione di Nishi-Shinjuku fino alla stazione di Shinjukugyoen-mae), arriverete al ristorante dove lavorano Taki e Okudera-senpai. che in realtà si chiama Cafe La Bohéme, dove è possibile cenare seguendo il dress-code richiesto dal ristorante.

Altri luoghi presenti in Your Name appartengono alla città immaginaria città di Itomorichō. Alcuni elementi ripresi per rappresentare questa città si trovano nella prefettura di Gifu, come nel caso della stazione di Hida-Takayama e il lago Suwa nella prefettura di Nagano.

 

L’Ultimo Samurai

Tempio Shoshazan-Engyoji sul monte Shosha

Tempio Shoshazan-Engyoji sul monte Shosha

L'Ultimo Samurai è un film del 2003 diretto da Edward Zwick. Ambientato in Giappone durante la Ribellione di Satsuma del 1877, una rivolta di ex samurai contro il governo Meiji, l'ultima, e la più grave, di una serie di sollevazioni armate contro il nuovo governo.

Gran parte delle riprese si sono svolte in Nuova Zelanda. Il villaggio giapponese è stato interamente ricostruito con il Monte Taranaki che rappresenta il Monte Fuji.

In Giappone, precisamente a Himeji, sono state girate alcune famose scene del film. In particolare, il Tempio Shoshazan-Engyoji sul monte Shosha nel film è la residenza di Katsumoto. Per raggiungere la cima della montagna e visitare il tempio potete prendere una funivia e dopo affrontare una breve una camminata di circa 20 minuti. Lungo il percorso ci sono diverse statue, tra cui una di Buddha che è stata usata nel film. Si arriva, quindi, ai tre edifici usati come residenza di Katsumoto, non sono templi, bensì costruzioni destinate alla formazione dei monaci.

Sempre a Himeji, non perdete il famosissimo castello, patrimonio dell’umanità UNESCO, costruito nel XVII secolo, noto anche come “castello dell'airone bianco”, che appare anche nel film di James Bond “Si vive solo due volte” del 1967.

 

Memorie di una Geisha

Memorie di una Geisha è un film del 2005 diretto da Rob Marshall, ha vinto tre premi Oscar, di cui uno per la miglior fotografia, un’opera che ha senz’altro saputo cogliere l’essenza della città di Kyoto.

Uno dei luoghi più riconoscibili nel film è il santuario Fushimi-Inari Taisha, il sentiero di torii rossi attraverso cui corre Chyo dopo il primo incontro con il Direttore generale. Nel film la vediamo spostarsi, subito dopo, al tempio Yoshimine-dera. In realtà i due luoghi non sono così vicini, infatti per raggiungerlo occorre prendere la JR Kyoto dalla stazione di Kyoto (fermata Mukomachi) o la linea Hankyu Kyoto (fermata Higashimuko).

Tempio di Fushimi Inari

Santuario Fushimi-Inari Taisha

Altra location iconica è il tempio Kiyomizudera, nei pressi della cascata Otowa, a ovest di Kyoto. Per visitarlo occorre prendere le linee bus 100 o 206 che partono dalla stazione di Kyoto (fermate Gojo-zaka o Kiyomizu-michi).

 

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages