Visa Information Visa Information

Informazioni sul visto

Ogni straniero che entra in Giappone deve avere un passaporto valido per la durata del soggiorno e tutti i visitatori devono rispettare le condizioni del loro visto. Consulta di seguito le domande più frequenti sui requisiti per il visto in Giappone.

Mi serve un visto per il Giappone?

I cittadini di 68 paesi che arrivano in Giappone per motivi turistici, inclusi Hong Kong, Corea, Singapore, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Stati Uniti, Regno Unito e quasi tutte le nazioni europee, non hanno bisogno del visto (norme e condizioni applicabili ) e riceveranno il permesso per un breve soggiorno al loro arrivo.

I visitatori che non provengono da questi 68 paesi devono richiedere il visto in anticipo. Clicca qui per il link al sito ufficiale del Ministero degli Affari Esteri del Giappone per ulteriori informazioni.

Anche se sei un cittadino di un paese che non richiede il visto, assicurati di controllare le regole ufficiali per i requisiti del visto per il Giappone che possono cambiare periodicamente.

La legge giapponese richiede che tutti i visitatori stranieri che arrivano per brevi soggiorni dimostrino di aver prenotato il viaggio di ritorno (partenza) dal Giappone.

A tutti i visitatori stranieri che arrivano in Giappone per brevi periodi viene scattata una fotografia e vengono prese le impronte digitali all'arrivo. Tali visitatori devono inoltre portare con sé il passaporto per tutta la durata del soggiorno in Giappone.

È severamente vietato lavorare e svolgere attività a pagamento con il visto per brevi soggiorni.

Quanto posso restare in Giappone senza il visto?

Le leggi di immigrazione giapponesi stabiliscono che i visitatori da 68 paesi possano viaggiare in Giappone fino a 90 giorni senza visto.

Soggiorni fino a 15 giorni: Brunei, Indonesia, Tailandia

Soggiorni fino a 30 giorni: Emirati Arabi Uniti

Soggiorni fino a 90 giorni: altri paesi e regioni

Questo a condizione che i visitatori abbiano un passaporto valido per la durata del loro soggiorno e non intraprendano alcun lavoro o attività retribuiti.

I cittadini dei 68 paesi con risparmi superiori ai 30 milioni di yen possono stare in Giappone fino a un anno per visite turistiche o scopi ricreativi nell'ambito del Longer Stays Program. Se il coniuge del richiedente non fa richiesta come viaggiatore accompagnatore e desidera figurare separatamente nell'ambito di questo programma, il richiedente e il coniuge devono possedere risparmi equivalenti a più di 60 milioni di yen giapponesi in totale. I bambini non sono autorizzati come accompagnatori e si applicano altre regole. I visti devono essere ottenuti prima del viaggio in Giappone; clicca qui per ulteriori informazioni.

I cittadini di Austria, Germania, Irlanda, Lichtenstein, Messico, Svizzera e Regno Unito possono estendere il loro soggiorno per altri 90 giorni. Fai la richiesta all'Ufficio Immigrazione del Giappone più vicino prima che i 90 giorni iniziali scadano e paga un piccolo onere amministrativo. Clicca qui per il link al sito ufficiale dell'Ufficio Immigrazione del Giappone per ulteriori informazioni.

Voglio lavorare in Giappone. Come faccio richiesta per il visto di lavoro?

I cittadini stranieri che vogliono lavorare in Giappone necessitano di un visto lavorativo adeguato. I requisiti per il visto giapponese stabiliscono che è severamente vietato intraprendere qualsiasi attività retribuita con il visto per brevi soggiorni o il visto turistico.

I visti lavorativi sono classificati in diversi tipi a seconda del settore professionale indicato, ciascuno dei quali richiede specifiche esperienze e qualifiche.

Per richiedere la maggior parte dei visti lavorativi è necessaria un'offerta di lavoro in Giappone.

Prima che un visto possa essere rilasciato, ti servirà un Certificato di Idoneità al Lavoro (COE) dal tuo potenziale datore di lavoro, approvato dall'Ufficio Immigrazione. Questo documento rappresenta una selezione preliminare che stabilisce che il titolare soddisfa le condizioni per atterrare in Giappone ed essere preso in considerazione per un visto.

Per ulteriori informazioni su come richiedere un visto lavorativo, clicca qui

Posso ottenere un visto per una vacanza lavorativa in Giappone?

I cittadini di Argentina, Australia, Austria, Canada, Cile, Danimarca, Francia, Germania, Hong Kong, Ungheria, Islanda, Irlanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica di Corea, Slovacchia, Spagna, Taiwan e Regno Unito sono idonei a richiedere un visto per vacanza lavorativa in Giappone.

Il visto per vacanza lavorativa consente un soggiorno iniziale di sei mesi in Giappone, con la possibilità di estenderlo da due a sei mesi. Lo scopo del visto è quello di viaggiare, ma i titolari di visto per vacanza lavorativa possono intraprendere lavori limitati per integrare i loro fondi per viaggiare, se necessario.

I requisiti di idoneità variano a seconda dell'età del richiedente e del numero massimo di visti che possono essere rilasciati per paese ogni anno.

Clicca qui per ulteriori informazioni sul programma dei visti per vacanza lavorativa

Come posso ottenere un visto per studiare in Giappone?

Se sei un cittadino di uno dei 68 paesi con i quali il Giappone ha un accordo di esenzione generale dal visto e vuoi studiare in una scuola di lingua giapponese per meno di 90 giorni, ti serve solo un passaporto valido.

Coloro che non sono cittadini di uno di questi 68 paesi, o coloro che desiderano studiare e/o formarsi in Giappone per periodi più lunghi, dovranno richiedere un visto. Per ulteriori informazioni su come studiare in Giappone e richiedere il visto adeguato, clicca qui

Voglio soggiornare più a lungo in Giappone. Ci sono programmi per soggiorni più lunghi?

Sì, ci sono. Con l'introduzione del Longer Stays Program , è ora possibile restare in Giappone fino a un anno. Per essere idonei, i cittadini stranieri e i coniugi accompagnatori devono provenire da paesi/regioni con i quali il Giappone ha implementato misure di esenzione dal visto. I bambini non possono essere considerati accompagnatori. I cittadini stranieri devono avere più di 18 anni e risparmi equivalenti a 30 milioni di yen giapponesi. Se il coniuge del richiedente non fa richiesta come viaggiatore accompagnatore e desidera figurare separatamente nell'ambito di questo programma, il richiedente e il coniuge devono possedere risparmi equivalenti a più di 60 milioni di yen giapponesi in totale.

Sottoscrivi una polizza assicurativa di viaggio medica privata che copre morte, infortuni e malattie durante il soggiorno. Il periodo di permanenza è di sei mesi. Tuttavia, può essere esteso ad un anno con un permesso per estendere il periodo di soggiorno (disponibile solo una volta). Per entrare in Giappone nell'ambito di questo programma è necessario ottenere in anticipo un visto specifico per determinate attività dalle ambasciate o consolati giapponesi che esercitano la giurisdizione sul domicilio del richiedente.

I cittadini stranieri che soggiornano in Giappone per un periodo medio-lungo (inclusi quelli nell'ambito di questo programma) sono tenuti a seguire tutte le procedure pertinenti presso un ufficio comunale. Contatta il Centro informazioni sull'immigrazione per ulteriori informazioni. È disponibile un servizio multilingue.