HOME Back

Use the

Planning a Trip to Japan?

Share your travel photos with us by hashtagging your images with #visitjapanjp

Il santuario shintoista più sacro in Giappone

Nessun luogo è più sacro per i giapponesi del Naiku di Ise-jingu. Una visita al santuario è un'occasione speciale per entrare in contatto con il cuore e l'anima del popolo giapponese.

Da non perdere

  • Esplorare il santurario sacro della religione shintoista
  • Regali unici e delizie culinarie dalla vicina Oharaimachi

 

 

Come arrivare

Dal Geku nel centro di Ise , un autobus ti porta a Naiku in 10-15 minuti.

Se arrivi in treno da un'altra direzione, la stazione di Isuzugawa ti porta più vicino. Dalla stazione partono spesso autobus che impiegano sei minuti in ogni direzione.

La stazione di Isuzugawa è accessibile dalle principali città vicine sulla linea Kintetsu: da Nagoya in circa 90 minuti, da Osaka-Namba in circa 1 ora e 50 minuti e da Kyoto in circa 2 ore e 30 minuti.

L'importanza di Ise-jingu

Naiku è l'edificio più importante del complesso del Santuario Ise-jingu. Moderne ricerche fanno risalire Naiku al IV secolo, con alcune strutture che potrebbero essere state erette già un secolo prima.

L'importanza di Naiku deriva dalla sua consacrazione ad Amaterasu Omikami e dalla sua connessione con l'origine mitica del Giappone. In quanto dea paragonata al sole, Amaterasu Omikami è la divinità suprema dello shintoismo.

Gli imperatori del Giappone, tra cui l'attuale successore al Trono del crisantemo, sono i suoi diretti discendenti. La sacra sacerdotessa di Ise-jingu deve essere imparentata con la casa imperiale e l'imperatore stesso visita Ise-jingu in occasioni speciali che hanno una grande importanza per la famiglia imperiale e la nazione.

Uno specchio sacro, Yata-no-Kagami, uno dei tre tesori imperiali del Giappone, indispensabili per la successione al trono imperiale, è conservato nell'edificio principale del santuario, Naiku, come simbolo di Amaterasu Omikami. Secondo il mito shintoista, questo specchio sarebbe stato usato per attirare Amaterasu fuori da una grotta dove si nascondeva per sfuggire al comportamento offensivo del fratello minore.

Quando andare

Naiku è molto affollato durante tutto l'anno, ma il periodo di Capodanno è particolarmente affollato. Molte persone in Giappone si recano nei santuari shintoisti per pregare per un nuovo anno pieno di fortuna.

In effetti, molti giapponesi cercano di fare un pellegrinaggio a Ise almeno una volta nella loro vita, e il Capodanno è considerato un momento particolarmente favorevole per visitare il santuario. Molti giapponesi cercano di fare il pellegrinaggio a Ise almeno una volta nella vita. Il Capodanno è considerato un momento particolarmente propizio per visitarlo.

Se riesci a visitarlo ad aprile o a fine settembre, potrai assistere al Festival di Kagura, che propone spettacoli di danza e di musica giapponese antica dedicati ad Amaterasu Omikami.

Un portale verso il regno dello spirito

Per entrare nel terreno di Naiku si attraversa il ponte di Ujibashi in legno. Da qui sembra di fare un passo indietro nel tempo, infatti l'unico segno di modernità è una bandiera giapponese che si trova nelle vicinanze. L'area ha un'atmosfera solenne e ultraterrena.

 

 

Le tradizionali porte di torii si trovano alle due estremità del ponte Ujibashi e fungono da frontiera tra il mondo secolare e quello divino. I visitatori non sono autorizzati a camminare nel mezzo.

Ciclo di rinnovamento

Sin dal VII secolo, Naiku, il ponte di Ujibashi e altre importanti strutture vengono ricostruiti una volta ogni 20 anni secondo il rito. Tuttavia, la ricostruzione fu temporaneamente sospesa in epoca medievale (XV-XVI secolo). Il rinnovo più recente è avvenuto nel 2013. Il completamento di ogni ciclo di ricostruzione richiede otto anni.

 

 

Modesto ma imponente

Le strutture sono costruite con cipresso giapponese non verniciato tradizionalmente raccolto dalla zona di Kisodani , nella Prefettura di Nagano . Negli ultimi anni circa il 20% del legno totale proveniva dalle montagne che circondano Naiku.

In contrasto con il brillante rosso vermiglio che vedi in altri rinomati santuari shintoisti come Fushimi Inari Taisha a Kyoto , Naiku è essenziale e per nulla appariscente.

Quando ti avvicini all'edificio principale di Naiku, la vista è oscurata da una tenda sospesa, infatti alle persone normali è sconsigliato guardarlo direttamente.

Il viaggio di ritorno

Dopo aver reso omaggio al santuario, ti aspetta un'ampia gamma di cibi, ciondoli, artigianato e molto altro nel tradizionale quartiere dei pellegrini presso Naiku, sede della via ricca di atmosfera nota come Oharaimachi e della piazza chiamata Okage Yokocho.

 

 

Altre aree di interesse vicino al Santuario Ise-jingu includono Hinjitsukan , una storica locanda d'élite trasformata in museo. Dirigiti a sud verso la città di Toba e troverai l'Acquario Toba .

 

 



* Le informazioni presenti in questa pagina possono essere soggette a modifiche a causa dell’emergenza COVID-19.

Consigliato per te

Ago Bay
Mie
takayama & around
Tokai

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages