Intervista 2 Mike Douglas

PROFILO

MIKE DOUGLAS

Professione: sciatore professionista/cineasta/organizzatore di eventi/designer di prodotti
Traguardi raggiunti: ex sciatore della squadra di sci canadese (freestyle, gobbe)

Mike Douglas ha fatto parte del team giovanile del Canada, gareggiando sulle gobbe finché non è stato attratto dal potenziale di un nuovo tipo di sci. Successivamente ha lavorato alla diffusione dello sci freestyle, sviluppando i primi sci twin tip al mondo. È conosciuto come il "padrino del freeski" e ha contribuito in modo significativo alle competizioni di freeski, come half-pipe, slopestyle e big air. Attualmente è attivo come cineasta, con la sua casa di produzione cinematografica.

Luogo: Whistler-Blackcomb, Columbia Britannica, Canada

Cosa ti piace del Giappone?

Se dovessi fare un elenco degli aspetti che più mi piacciono del Giappone, penso che al primo posto metterei probabilmente la NEVE. Il Giappone è uno dei luoghi più nevosi della Terra. Da metà dicembre a metà marzo, i venti freddi che soffiano dalla Siberia si caricano di umidità attraversando il Mar del Giappone e poi, appena raggiungono la costa, incontrano le pareti delle montagne e nevica, senza sosta. Se ami lo sci nella neve polverosa, ti sarà difficile trovare un posto migliore del Giappone.

La caratteristica che rende davvero spettacolare lo sci tra gli alberi in Giappone è la foresta di betulle. Gli alberi sono perfettamente distanziati per lo sci e si possono trovare ampi pendii boschivi, coperti di neve polverosa, che non hanno uguali in nessun'altra parte del mondo.

La seconda qualità che amo davvero del Giappone è il cibo. A mio parere, non c'è alcun posto al mondo che offra un cibo migliore del Giappone. Ogni specialità è gustosa, sana e c'è una notevole varietà. Tutte le persone a cui lo chiedo rispondono: "Oh! Adoro il cibo in Giappone!". Un'altra delle mie cose preferite è la cultura degli onsen, le sorgenti termali. Gli onsen rappresentano il modo perfetto per ritemprarsi alla fine della giornata. Scii tutto il giorno, mangi qualcosa e poi vai all'onsen per rilassarti e recuperare le energie. Gli onsen non si trovano esclusivamente in alcune zone del Giappone o solo in determinate località sciistiche. Sono dappertutto. Si può alloggiare in un accogliente ryokan e immergersi nell'onsen a fine giornata, pronti ad affrontare le sciate del giorno successivo. È una particolarità unica e davvero speciale.

Quale pensi sia stata la tua esperienza sciistica più memorabile in Giappone?

Sinceramente non credo di poter scegliere un singolo viaggio, ma so per certo che in Giappone la qualità della neve è costante. Ogni volta che ci sono stato, ho sempre trovato neve polverosa. Ho sempre sciato ottimamente.

Il tuo messaggio alle persone che verranno in Giappone per sciare.

Sono piuttosto sorpreso che il Giappone non sia già più popolare di quanto non sia attualmente. Molti stranieri finiscono per andare in posti come Niseko o Hakuba, ma in Giappone c'è molto di più. Da nord a sud, ci sono 400 diverse aree sciistiche. Ho avuto la fortuna di esplorarne almeno 60. Ho sciato in Giappone da cima a fondo ed è stato bello ovunque. Davvero, non riesco a pensare a un posto in cui non mi sia piaciuto sciare. C'è tanto da esplorare. C'è molto da imparare. Ad ogni viaggio, visitando le diverse prefetture, si scoprono tante sfumature culturali. Non vedo l'ora di tornarci.

ALTRE INTERVISTE