LE DESTINAZIONI PIÙ CONSIGLIATEZao Onsen

Come arrivare

In treno

Dalla stazione di Tokyo, prendi lo Yamagata Shinkansen fino alla stazione di Yamagata. Il viaggio dura circa 2 ore e 30 minuti. Sali poi su un autobus per un tragitto di 40 minuti fino al terminal degli autobus di Zao Onsen. La funivia centrale di Zao è a quattro minuti a piedi dal terminal.

In auto

Da Tokyo, prosegui fino allo svincolo Yamagata-Zao sull'autostrada di Tohoku, poi segui l'autostrada di Yamagata. Il viaggio dura circa 4 ore e 30 minuti. Dallo svincolo, prendi la strada statale 13 che in 30 minuti ti porta a Zao Onsen.

In aereo

Dall'aeroporto di Sendai, prendi l'autobus espresso per Zao Onsen (la prenotazione è obbligatoria). Il viaggio dall'aeroporto dura circa 1 ora e 50 minuti.

Una località termale che risale a 1.900 anni fa

Le sorgenti termali di Zao furono scoperte per la prima volta 1.900 anni fa e ricevettero l'appellativo di "sorgenti di bellezza" poiché un bagno nelle loro acque portava benefici alla salute: una migliore circolazione sanguigna, un'azione antimicrobica e un effetto rigenerante sulla pelle e sui vasi sanguigni. Quando i visitatori iniziarono ad arrivare, attratti dalle proprietà terapeutiche delle acque, il centro abitato circostante iniziò a crescere. Il primo impianto di risalita gestito localmente è entrato in funzione nel 1950, seguito da ulteriori sviluppi, comprese funivie e strade di collegamento. Oggi, la zona è cresciuta fino a diventare una delle più vaste località montane interconnesse della regione di Tohoku. Per sperimentare i benefici delle acque, non è necessario soggiornare in uno degli hotel termali. Il distretto termale della cittadina comprende tre bagni termali pubblici, tre pediluvi e cinque centri termali aperti al pubblico.

Una montagna abitata da mostri di neve

La stazione sciistica di Zao Onsen è nota per il panorama particolarmente glaciale. Durante la stagione invernale, il gelo e la neve trasformano gli alberi in mostri ghiacciati e i visitatori possono ammirare questo spettacolo incantato che si protende appena sotto la vetta del Monte Jizo. I mostri di neve sono un fenomeno molto raro in tutto il mondo e si verificano solo in alcune zone montuose del Giappone. I mostri prendono forma grazie ai fattori geografici esclusivi dell'area di Zao. I forti venti stagionali soffiano attraverso il bosco, ricoprendo gli abeti di minute gocce d'acqua che si congelano sulle foglie e sui rami. Il ghiaccio viene ricoperto dalla neve e, man mano che il processo si ripete, le misteriose forme ghiacciate iniziano a prendere forma.

Mostri di neve illuminati ed escursioni in gatto delle nevi

Per raggiungere la pista da sci dove dimorano i mostri della neve, devi prendere le due linee collegate della funivia di Zao fino alla sommità della montagna. La funivia rende molto comoda la risalita della montagna, anche se non hai intenzione di sciare o fare snowboard. I mostri di neve vengono illuminati da fine dicembre a fine febbraio (il periodo esatto può variare a seconda delle condizioni degli alberi). Quando cala la notte, puoi assistere allo spettacolo dei mostri che sbucano dall'oscurità, sia dalla funivia che dalla piattaforma di osservazione della stazione a monte. Nella stagione in cui i mostri di neve sono illuminati, puoi ammirare lo spettacolo "soprannaturale" scegliendo un'escursione notturna con il gatto delle nevi.

Un assaggio di Hokkaido a Zao Onsen

Jingiskahn, o Genghis Khan, è un piatto a base di agnello cotto in una pentola di ferro, simbolo dell'isola settentrionale di Hokkaido in Giappone. Tuttavia, si ritiene che il piatto abbia avuto origine a Zao Onsen, in particolare in un ristorante chiamato Genghis Khan Shiro. Oggi puoi assaporare il Genghis Khan al Robata, a due minuti a piedi dalla fermata dell'autobus di Zao Onsen. La carne di agnello è povera di colesterolo e ricca di ferro e vitamine del gruppo B, risultando così molto salutare.

Per ulteriori informazioni

Trova gli hotel