Usa il icona sulle pagine da aggiugere ai preferiti

Stai preparando un viaggio per il Giappone?

Condividi con noi le tue foto di viaggio con l'hashtag #visitjapanjp

La mia preferenza

Il legame indissolubile tra i treni proiettile e le Olimpiadi

Simbolo di modernizzazione e sviluppo tecnologico del Giappone, gli iconici treni veloci – shinkansen -, pochi sanno avere un legame molto forte con i Giochi Olimpici.

Alle porte delle prossime Olimpiadi che avranno inizio il 23 luglio a Tokyo, dopo la posticipazione dello scorso anno dovuta alla pandemia, ci piace ricordare la precedente edizione del 1964 che ha rappresentato per il Giappone e la sua capitale un momento storico e intenso. Infatti, non solo si è trattato della prima Olimpiade a tenersi in Asia, ma anche della prima volta in cui i Giochi sono stati trasmessi in televisione a livello internazionale grazie al satellitare. L’Olimpiade di Tokyo del 1964 si svolge a meno di due decenni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, segna il rientro del Giappone nella comunità globale alla quale mostra la rapida ripresa economica del dopoguerra.

Inaugurazione dello shinkansen serie 0 il 1 ottobre 1964 © RacecarRoadcar

Un simbolo importante della modernizzazione giapponese e un'eredità duratura delle Olimpiadi del 1964 è stato il lancio del primo treno proiettile noto come shinkansen: in grado di raggiungere i 210 km orari, il Tōkaidō shinkansen, che collegava Tokyo a Osaka in 4 ore contro le 7 ore precedenti, si impose subito come il treno più veloce al mondo. La rete di shinkansen oggi copre tutta la nazione in maniera capillare, da Kyushu nel sud a Hokkaido nel nord, con i suoi treni notoriamente veloci, puliti e puntuali che raggiungono una velocità massima di 320 chilometri orari. Tuttavia, la ferrovia centrale del Giappone è attualmente impegnata nella realizzazione della linea che collegherà Tokyo, Nagoya e Osaka alla velocità massima di 500 chilometri orari.

E ci sono poche esperienze così iconiche in Giappone come osservare il personale addetto alle pulizie, spesso addobbato di fiori, impegnato nel cosiddetto "miracolo dei sette minuti" ovvero pulire un intero treno in soli sette minuti a una velocità ipnotizzante! Poi via, il fischio di partenza segna l’inizio di un viaggio ad altissima velocità tra i paesaggi giapponesi, comodamente seduti su confortevoli poltrone magari gustando una deliziosa bento box!

Non perdetevi il prossimo blog "Kami, divinità shintoiste giapponesi", martedì 13 luglio su Giappone Nikki.

Cerca

Categorie

Please Choose Your Language

Browse the JNTO site in one of multiple languages